LOGIN
Welcome Guest
 
Nick:
Password:
 
Se non hai ancora un account, Registrati ora !!!

»Informativa Privacy
 Messaggi Grido
APPUNTAMENTI
Fiere, Rassegne, Convegni di settore...
mese precedente Oct 2018 mese successivo
D L M M G V S
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
Newsletter e Magazine

 QUOTIDIANI
 SERVIZI
  AGRICONSIGLI
  AGRICOLTURA BIOLOGICA
  AGRICOLTURA BIODINAMICA
  ALIMENTAZIONE E SALUTE
  AMBIENTE E TERRITORIO
  QUALITA E SICUREZZA
  RASSEGNA STAMPA
  ENERGIA E AMBIENTE
  IMMOBILIARE
 LINK UTILI
 Link Utili
 Sondaggio
Qual'è la città più bella d'Italia a Natale?
 
Firenze
Venezia
Roma
Napoli
Torino
Mantova
Bologna
Milano
Verona
Ferrara
Palermo
Bolzano
Perugia
Trento
Pisa
 

Voti sondaggio
 
Pretinews n. 7

LA NOSTRA COMMUNITY

Home

Sondaggio

Chat

Foto del Mese

Giochi

Webmail

Interviste Pazze

Intervista Doppia

Le Pagelle

Post it

Scrivi Grido

Pillole
 
  Vota Articolo Vota Articolo  elenco articoli Versione Stampabile Segnala ad un amico
 
CONSIGLI UTILI
Il mio orto... Basta un angolo in giardino o qualche vaso in balcone, un po' di cura e poche attenzioni.. ma che soddisfazione!

Come creare un orto partendo da zero? Basta uno pezzetto di terra nel cortile di casa in un luogo soleggiato, dove col­tivare verdure fresche e pro­fumate e primizie squisite. Ma anche chi ha a disposizione solo un terrazzino o un balcone può ricavarsi un piccolo orto in miniatu­ra. Anzi, col riappropriarsi di antiche e rassicuranti consue­tudini della cultura contadina, l'orto sul terrazzo sta diventando di moda, una tendenza in voga soprattutto nelle grandi cit­tà. Si comprano, si seminano e si vedono spuntare insalati­ne fragranti, pomodori, ca­rote, prezzemolo e tanti altri pro­dotti. Per ap­pagare, oltre all'appetito, an­che la voglia di una natura a portata di mano.

 

Sole si, ma non troppo!

E' solo questio­ne di misura e buon senso. Innanzitutto è necessario tener presente l'esposizione, perché le pian­tine necessitano al mattino di tanta luce, mentre è meglio che i raggi del sole pomeri­diano siano schermati da un rampicante, come per esem­pio un rincospermo, l'odoro­so 'falso gelsomino'.

Se il vostro orto è ricavato in un ampio spazio nel giardino dove vivono anche i vostri animali domestici è consigliabile recintare la zona adibita ad orto con dei paletti in ferro distanti 1,5 m tra loro ed una rete metallica, lasciare un passaggio sufficientemente largo da permettere il transito con attrezzi, cariola ed eventualmente motozzappa, all'interno rendere disponibile un rubinetto per facilitare l'irrigazione dell'orto evitando di essere costretti a prendere l'acqua da zone lontane del giardino.

 

Ortaggi mignon

In balcone, una volta scelte le fioriere - in cotto, in resina oppure in rame, abba­stanza alte per evitare di dover assumere posizioni scomode e dolorose per la schiena durante la manutenzione - si possono pian­tare ortaggi in formato mi­gnon come i pomodori nani a grappolo (delizioni per sughi o insalate fresche), ma anche le zuc­chine, i cetrioli, i fagiolini, le fragoline di bosco.

 

Le semine

In ogni periodo dell'anno il vostro orto può essere fruttuoso, l'estate in particolare avrete a disposizione melanzane, zucchine, pomodori e peperoni in abbondanza, mentre l'inverno cavoli e broccoli ma in quantità minore a meno che non ripariate l'orto dal freddo. Per orientarvi meglio nei periodi di semina dell'orto è consigliabile esaminare il calendario delle semine.

 

Luglio:

Bieta
Cavolfiori
Cavoli
Cicoria
Fagioli
Indivie
Lattughe
Prezzemolo
Rapa
Rucola
Zucchini

 

Agosto:

Bieta
Carote
Cipolla
Cicoria
Finocchio
Fagioli
Indivie
Lattughe
Prezzemolo
Rapa
Ravanelli
Rucola
Scarola

Zucchini

 

 

L'irrigazione

Per far crescere verdure sane e sapo­rite, è necessario che le annaffiature siano abbondanti e, nel periodo della fruttificazione, è consigliato aggiungere del concime solubile per dare un maggior apporto nutritivo.

 

Insetticidi e concime

Malattie e virosi si prevengo­no con prodotti disinfettanti specifici. Per combattere i pidocchi non c'è niente di me­glio che un infuso d'acqua e bulbi d'aglio. Per i pomodori la medicina giusta è il solfato di ra­me. Mentre, secondo Rossella Sleiter, nota esperta del Venerdì di Repubblica, un macerato di foglie d'ortica fatto in casa è un ottimo inset­ticida naturale e, dopo due settimane, si trasforma in un eccellente concime ricco d'a­zoto per i fiori e per le verdure dell'orto.

 

barra_arancione.gif

Le temperature

I più resi­stenti al freddo sono i piselli e gli spinaci, che vegetano con temperature variabili fra 7 e 24°C. Invece i fagioli, gli asparagi, i carciofi e le carote necessitano di temperature minime più miti e stabili, in­torno ai 15°C.

 

barra_blu.gif

La rotazione

Anche in piccole parcelle è bene avvicendare le colture, in modo da utilizzare al me­glio gli elementi nutritivi del terreno. Alcune specie a radi­ce profonda, infatti, hanno più bisogno di fosforo e po­tassio che si trovano negli stra­ti in profondità. Altre, con ra­dici più superficiali, necessi­tano d'azoto: quindi convie­ne alternarle. Un esempio di rotazione triennale è quella esposta a seguito:

  • Primo anno ortaggi da seme e da frutto sedano fagiolini fragole
  • Secondo anno tuberi e bulbi aglio patate
  • Terzo anno verdure dà foglia ve ree spinaci

A prova di inisperti

Le più facili da coltivare per i pollici verdi ancora 'in erba', sono le insalate, perché garantiscono un ricco raccol­to già dopo quaranta giorni. Ma anche le aromatiche sono facili da coltivare in vaso. Senza dimenticare le piante da frutto, come gli albicocchi e i meli nani. Se poi la terraz­za sarà ombreggiata da una vite, piantata in piena terra o quanto meno in un vaso pro­fondo, a fine estate potrete cogliere squisiti grappoli di moscato e uva fragola che richiameranno alcuni graditi ospiti: merli e cince. Ma se gli amici pennuti saranno golosi o particolarmente invadenti, potrete sempre divertirvi a costruire, insieme con i vostri bambini, allegri e colorati spaventapasseri.

 

Il parafulmine dei frati

I primi a dedicarsi alla coltivazio­ne dei vegetali utili per la decorazione dell'altare e per la salute del corpo, furono i monaci Benedettini nel Medieovo. Nascono proprio allora gli orti dei conventi, divisi in quattro porzioni con l'acqua al centro, metafora della vita. A volte, al posto dell'acqua vi sono la rosa, che allude all'amore e alla purez­za di Maria o il melagrana, sim­bolo di fertilità .

I Benedettini diffondono nuove tecniche di coltivazione, di conduzione delle acque nonchè la co­noscenza delle erbe medicinali. Su loro ispirazione nell'812 Carlo Magno pubblica il Capitulare de Villis, un testo che contiene l'e­lenco di 88 piante da coltivare negli orti, ovviamente dove il clima lo consente, iniziando con i gigli e con le rose e finendo con il Sempervivum tectorum, da coltivare sui tetti per tener lonta­ni i fulmini.

 

Il giardino aromatico

Belle, saporite e profumate, le piante aromatiche completa­no l'orto. Ma sono deliziose da guardare anche nelle bor­dure, perché il loro fogliame grigioverde. variegato o bor­dò si sposa alla perfezione con i fiori di stagione come i convolvoli, i gerani e le portulache o fiori di vetro. Fra le aro­matiche da piantare nell'orto non possono mancare il ro­smarino, la maggiorana, il ti­mo, il prezzemolo e la salvia. Ci vogliono poi la menta per infusi, tisane e perché no, i i cocktail. Ma se vole­te appagare, oltre al gusto, anche l'occhio accostate ai ce­spi di Salvia officinalis, il timo dalle foglioline variegate di bianco. Avrete dei cuscini ele­gantissimi. Un'altra curiosità, bella da vedere e ottima da mangiare, è il basilico rosso, dai toni porporini.

 

Gli attrezzi

VANGA:serve per sollevare e rovesciare la terra

ZAPPA: serve per sgretolare le zolle della vangatura, per aprire i canaletti di scolo delle acque, per pulire l'orto dalle erbacce

RASTRELLO: serve per lavoretti di rifinitura, per esempio pareggiare la terra, sgretolarla più finemente, coprire i semi

BADILE: serve per spostare la terra

ASPO: filo per semine rettilinee

INNAFFIATOIO E TUBO per innaffiare

Per mettere in ordine attrezzi come vanghe, badili, zappe e simili è sufficiente una rastrelliera oppure un angolo ben definito di un magazzino o di un ripostiglio. Invece le attrezzature di piccole dimensioni (forbici, coltelli, segacci, trapiantatoi, ecc.) spesso non trovano un preciso ordine che sarebbe opportuno dare per poterli rintracciare nel modo più rapido possibile quando si devono impiegare. Si possono riunire in una cassettina in legno, ma per trovare l'attrezzo da utilizzare spesso bisogna rimescolarli tutti. Più razionalmente si può acquistare un pannello di truciolare e poi, per mezzo di ganci di vario tipo, fissare gli attrezzi stessi al pannello. In questo modo si individua subito ciò che serve. Per capire quale attrezzo è stato prelevato è sufficiente poi segnarne i contorni con un pennarello. Questo accorgimento permette di rintracciare subito gli attrezzi che mancano e rende più semplice tenerli in ordine.

 

I costi

La preparazione dell'orto ha costi contenuti, potete acquistare piantine degli ortaggi di stagione pronte da interrare a meno di 0,20 € l'una o se preferite in commercio sono disponibili bustine di semi che però dovrete preventivamente seminare in piccoli vasi per poi interrarle nel giusto periodo.

 

 

 

 
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
Autore: StaffBlog  (Admin)    Data: 15-06-2007   00:54:33
 
Argomenti Correlati:  orto    
 


dedicato ai clienti

il Guizzo

clicca per accedere al sito della Galassia di Preti Mangimi

clicca per scaricare il file in formato pdf

clicca per visitare il sito BRB Volumax

al dialèt dì Crusèra



 MISCELLANEA
  PMI NEWS
  GLOBAL WATCH
  RIVISTE SPECIALIZZATE
  LO SPECIALE
  L'OSCAR
  AGRODOLCE
  SCHEGGE IMPAZZITE
  BUSSOLA DEL GUSTO
  MARKET CAFE'
  ITALIANITA'
  DETTO & FATTO
  BACKSTAGE
  PARTERRE
  ATTUALITA'
  AGROITINERARI
  BOTTA E RISPOSTA
  CURIOSITA'
  TENDENZE
  TECH NEWS
  INTERNET NEWS
  CICLISMO
  RADIO E TV
  CINEMA
  TEATRO
  MUSICA
  LIBRI
  MOSTRE
  ANNIVERSARI
  L'ANGOLO ASTROLOGICO
 Il Meteo
 Wikipedia

Scrivi alla Redazione: info@agrifornews.it
A cura di:
PRETI MANGIMI S.r.l.
Via Smerrieri, 2/4/6 - REVERE (Mantova) - Tel. 0386 46469 - Fax. 0386 846034 / 0386 847156
P.Iva 00229820204
URL: www.pretimangimi.it - Email: info@pretimangimi.it

Informazioni Privacy - Informativa Cookies