LOGIN
Welcome Guest
 
Nick:
Password:
 
Se non hai ancora un account, Registrati ora !!!

»Informativa Privacy
 Messaggi Grido
APPUNTAMENTI
Fiere, Rassegne, Convegni di settore...
mese precedente Aug 2018 mese successivo
D L M M G V S
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
Newsletter e Magazine

 QUOTIDIANI
 SERVIZI
  AGRICONSIGLI
  AGRICOLTURA BIOLOGICA
  AGRICOLTURA BIODINAMICA
  ALIMENTAZIONE E SALUTE
  AMBIENTE E TERRITORIO
  QUALITA E SICUREZZA
  RASSEGNA STAMPA
  ENERGIA E AMBIENTE
  IMMOBILIARE
 LINK UTILI
 Link Utili
 Sondaggio
Qual'è la città più bella d'Italia a Natale?
 
Firenze
Venezia
Roma
Napoli
Torino
Mantova
Bologna
Milano
Verona
Ferrara
Palermo
Bolzano
Perugia
Trento
Pisa
 

Voti sondaggio
 
Pretinews n. 7

LA NOSTRA COMMUNITY

Home

Sondaggio

Chat

Foto del Mese

Giochi

Webmail

Interviste Pazze

Intervista Doppia

Le Pagelle

Post it

Scrivi Grido

Pillole
 
  Vota Articolo Vota Articolo  elenco articoli Versione Stampabile Segnala ad un amico
 
AMBIENTE E TERRITORIO
Ferrara al capezzale della pera Abate, nel 2006 i prezzi sono calati del 20%, le più penalizzate dal mercato nel 2006.

La pera riparte da Ferrara e dall'Emilia

Dopo tensioni sui prezzi ed espianto di frutteti, l'agricoltura emiliano-romagnola, torna a credere nella pera e nelle varietà estive, le più penalizzate dal mercato nel 2006....

Ferrara capitale della pera e l'Abate, varietà tradizionale, regina della frutticoltura ferrarese con 4.000 ettari di frutteti in produzione su 13.000 in totale.
Mentre nel 2006 sono calati del 20% i prezzi dell'Abate, con conseguente crollo della redditività dei frutticoltori ferraresi (-15%), oggi l'obiettivo del mondo agricolo locale e regionale è di trovare una strada che preservi la tradizione e riesca a dare nuovo slancio commerciale a questa pera. Insidiata da una tendenza complessiva che vede in tutta l'Emilia-Romagna la frutta invernale (kiwi e mele Pink Lady e Fuji) prendere il sopravvento sulla frutta estiva per ragioni commerciali e di redditività dei produttori, oggi l'Abate deve recuperare la sua centralità all'interno delle varietà coltivate in Emilia-Romagna.
Chiaro il ruolo strategico che la coltura delle pere ha all'interno della frutticoltura emiliano-romagnola: secondo dati Unioncamere, la produzione di frutta in Regione ha subito una costante riduzione, dal 1990 al 2005. In controtendenza le pere, la cui quota regionale sul totale nazionale è passata dal 61,5% degli anni 1991-95 al 65,9% del periodo 2001-05. Si conferma quindi una tendenza alla specializzazione dell'agricoltura regionale nella coltivazione delle pere: a conferma di una forza propulsiva di una intera filiera, che va dalla produzione alla commercializzazione, all'export. Tanto che nei primi nove mesi del 2006 le esportazioni nazionali sono aumentate dell'1,2 per cento, mentre in Emilia-Romagna si è registrato un incremento del 7 per cento.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Autore: StaffBlog  (Admin)    Data: 25-02-2007   20:02:00
 
 


dedicato ai clienti

il Guizzo

clicca per accedere al sito della Galassia di Preti Mangimi

clicca per scaricare il file in formato pdf

clicca per visitare il sito BRB Volumax

al dialèt dì Crusèra



 MISCELLANEA
  PMI NEWS
  GLOBAL WATCH
  RIVISTE SPECIALIZZATE
  LO SPECIALE
  L'OSCAR
  AGRODOLCE
  SCHEGGE IMPAZZITE
  BUSSOLA DEL GUSTO
  MARKET CAFE'
  ITALIANITA'
  DETTO & FATTO
  BACKSTAGE
  PARTERRE
  ATTUALITA'
  AGROITINERARI
  BOTTA E RISPOSTA
  CURIOSITA'
  TENDENZE
  TECH NEWS
  INTERNET NEWS
  CICLISMO
  RADIO E TV
  CINEMA
  TEATRO
  MUSICA
  LIBRI
  MOSTRE
  ANNIVERSARI
  L'ANGOLO ASTROLOGICO
 Il Meteo
 Wikipedia

Scrivi alla Redazione: info@agrifornews.it
A cura di:
PRETI MANGIMI S.r.l.
Via Smerrieri, 2/4/6 - REVERE (Mantova) - Tel. 0386 46469 - Fax. 0386 846034 / 0386 847156
P.Iva 00229820204
URL: www.pretimangimi.it - Email: info@pretimangimi.it

Informazioni Privacy - Informativa Cookies