LOGIN
Welcome Guest
 
Nick:
Password:
 
Se non hai ancora un account, Registrati ora !!!

»Informativa Privacy
 Messaggi Grido
APPUNTAMENTI
Fiere, Rassegne, Convegni di settore...
mese precedente Oct 2018 mese successivo
D L M M G V S
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
Newsletter e Magazine

 QUOTIDIANI
 SERVIZI
  AGRICONSIGLI
  AGRICOLTURA BIOLOGICA
  AGRICOLTURA BIODINAMICA
  ALIMENTAZIONE E SALUTE
  AMBIENTE E TERRITORIO
  QUALITA E SICUREZZA
  RASSEGNA STAMPA
  ENERGIA E AMBIENTE
  IMMOBILIARE
 LINK UTILI
 Link Utili
 Sondaggio
Qual'è la città più bella d'Italia a Natale?
 
Firenze
Venezia
Roma
Napoli
Torino
Mantova
Bologna
Milano
Verona
Ferrara
Palermo
Bolzano
Perugia
Trento
Pisa
 

Voti sondaggio
 
Pretinews n. 7

LA NOSTRA COMMUNITY

Home

Sondaggio

Chat

Foto del Mese

Giochi

Webmail

Interviste Pazze

Intervista Doppia

Le Pagelle

Post it

Scrivi Grido

Pillole
 
  Vota Articolo Vota Articolo  elenco articoli Versione Stampabile Segnala ad un amico
 
ITALIANITA'
Italiani disposti a spendere di più per un prodotto italiano, la prova dall'olio d'oliva Dop

Olio dop, esempio tipico che conferma la propensione degli italiani...a spendere di più.

L'indagine, realizzata dall'Unaprol-Consorzio olivicolo italiano con il sostegno del Mipaaf, conferma che i consumatori italiani sono disposti a spendere di più per un prodotto italiano.

Conto alla rovescia per la presentazione del 3° rapporto nazionale sugli oli Dop, realizzato dall'Unaprol-Consorzio olivicolo italiano con il sostegno del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, direzione generale per la Qualità dei prodotti agroalimentari. L'indagine Unaprol conferma che il prodotto Dop spunta prezzi doppi rispetto al prodotto 100% italiano. 'Siamo di fronte ad un consumatore più esigente e più evoluto che è disposto a spendere di più in cambio di un prodotto che offra determinate garanzie di tracciabilità e di sicurezza alimentare', ha sottolineato Massimo Gargano, presidente di Unaprol.

Il rapporto ha analizzato gli aspetti competitivi del sistema delle dop degli oli di oliva nazionali e le nuove tendenze del consumo nelle famiglie e nella ristorazione italiani.

Il nostro Paese vanta il primato nelle denominazioni di origine protetta nel settore degli oli di oliva. 37 le dop che si possono fregiare di questo riconoscimento comunitario. La garanzia che l'olio extra vergine sia interamente prodotto, lavorato e imbottigliato in un determinato comprensorio ha spinto i consumatori a premiare il legame tra prodotto certificato e territorio di origine.
I risultati dell'indagine campionaria che tra l'altro sta coinvolgendo 150 famiglie e 100 ristoranti in tutta Italia saranno presentati nel corso del prossimo SOL a Verona. 
La mappa del gusto degli oli italiani a dop con l'elenco completo dei ristoranti di Milano, Modena, Torino, Roma e Verona dove è già possibile incrociare i mille sapori dell'olio extra vergine di oliva di qualità, protetto dal marchio europeo ed esaltato dalla denominazione di origine protetta.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Autore: StaffBlog  (Admin)    Data: 17-02-2007   21:22:53
 
Argomenti Correlati:  olio  italia    
 


dedicato ai clienti

il Guizzo

clicca per accedere al sito della Galassia di Preti Mangimi

clicca per scaricare il file in formato pdf

clicca per visitare il sito BRB Volumax

al dialèt dì Crusèra



 MISCELLANEA
  PMI NEWS
  GLOBAL WATCH
  RIVISTE SPECIALIZZATE
  LO SPECIALE
  L'OSCAR
  AGRODOLCE
  SCHEGGE IMPAZZITE
  BUSSOLA DEL GUSTO
  MARKET CAFE'
  ITALIANITA'
  DETTO & FATTO
  BACKSTAGE
  PARTERRE
  ATTUALITA'
  AGROITINERARI
  BOTTA E RISPOSTA
  CURIOSITA'
  TENDENZE
  TECH NEWS
  INTERNET NEWS
  CICLISMO
  RADIO E TV
  CINEMA
  TEATRO
  MUSICA
  LIBRI
  MOSTRE
  ANNIVERSARI
  L'ANGOLO ASTROLOGICO
 Il Meteo
 Wikipedia

Scrivi alla Redazione: info@agrifornews.it
A cura di:
PRETI MANGIMI S.r.l.
Via Smerrieri, 2/4/6 - REVERE (Mantova) - Tel. 0386 46469 - Fax. 0386 846034 / 0386 847156
P.Iva 00229820204
URL: www.pretimangimi.it - Email: info@pretimangimi.it

Informazioni Privacy - Informativa Cookies