LOGIN
Welcome Guest
 
Nick:
Password:
 
Se non hai ancora un account, Registrati ora !!!

»Informativa Privacy
 Messaggi Grido
APPUNTAMENTI
Fiere, Rassegne, Convegni di settore...
mese precedente Oct 2018 mese successivo
D L M M G V S
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
Newsletter e Magazine

 QUOTIDIANI
 SERVIZI
  AGRICONSIGLI
  AGRICOLTURA BIOLOGICA
  AGRICOLTURA BIODINAMICA
  ALIMENTAZIONE E SALUTE
  AMBIENTE E TERRITORIO
  QUALITA E SICUREZZA
  RASSEGNA STAMPA
  ENERGIA E AMBIENTE
  IMMOBILIARE
 LINK UTILI
 Link Utili
 Sondaggio
Qual'è la città più bella d'Italia a Natale?
 
Firenze
Venezia
Roma
Napoli
Torino
Mantova
Bologna
Milano
Verona
Ferrara
Palermo
Bolzano
Perugia
Trento
Pisa
 

Voti sondaggio
 
Pretinews n. 7

LA NOSTRA COMMUNITY

Home

Sondaggio

Chat

Foto del Mese

Giochi

Webmail

Interviste Pazze

Intervista Doppia

Le Pagelle

Post it

Scrivi Grido

Pillole
 
  Vota Articolo Vota Articolo  elenco articoli Versione Stampabile Segnala ad un amico
 
UNIONE EUROPEA
Carni bovine, etichette più semplici, chiarezza anche per uova, pollame, suini

Carni bovine, etichette più semplici
 

Si sono svolti a Bruxelles, lo scorso 7 febbraio, i Comitati di gestione uova e pollame, carni suine e carni bovine. Per quest'ultimo prodotto le delegazioni hanno chiesto regole più semplificate da applicare nell'etichettatura facoltativa.

Si sono tenuti a Bruxelles, lo scorso 7 febbraio, i Comitati di gestione uova e pollame, carni suine e carni bovine.
Avicoli
Come di consueto sono stati esaminati gli andamenti dei mercati comunitari che evidenziano la buona tenuta delle quotazioni dei prodotti avicoli, soprattutto del pollame, a causa della scarsità di offerta. Tuttavia i margini di profitto per i produttori sono, in parte, erosi dal parallelo rincaro dei cereali utilizzati nei mangimi Non sono state ritoccate le restituzioni. Come di consueto, è stato sottoposto a parere del Comitato il documento relativo ai prezzi rappresentativi dei prodotti avicoli che entrano nella Unione Europea al fine della determinazione degli importi che gli operatori devono versare quale dazio addizionale per l'importazione. Le variazioni registrate sono di segno diverso e di conseguenza sono stati adeguati gli importi delle garanzie che gli operatori devono versare all'importazione.La Commissione ha sottoposto al parere del Comitato, che ha approvato, una modifica del Reg. (CE) 1431/94, inerente l'aumento del contingente di importazione di carne di pollame a dazio zero dal Brasile da 7.100 a 9.432T.

Suini
La situazione del settore suino comunitario complessivamente può considerarsi sufficiente ed in linea con il normale andamento stagionale.
La delegazione Polacca ha dichiarato di aver informato la Commissione di un'operazione di stoccaggio che sta avvenendo in Polonia riguardante 10.000 T. di carni suine da ammassare come stock nazionali di sicurezza.
Inoltre immetterà a scaglioni sul mercato comunitario 237.300 T. di cereali e 6.800 T. di zucchero.
Non è stata data una motivazione a tali operazioni, benché sia stato richiesto sia dalla Commissione che da varie delegazioni.
Nessuna modifica è intervenuta per quanto riguarda i montanti delle restituzioni all'esportazione
È stata votata inoltre la modifica della Decisione 96/4/EC relativa alle metodologie di classificazione delle carcasse suine in Austria
Infine sono state discusse le risposte al questionario inviato dalla Commissione agli Stati Membri relativamente alla rilevazione dei prezzi di mercato.
La Commissione ha chiesto all'Italia di comunicare ulteriori dettagli riguardante la % dei premi o delle detrazioni che sono applicate al prezzo delle partite di suini secondo il livello qualitativo delle stesse.

Bovini
Il consueto giro di tavolo relativo alla situazione del mercato delle carni bovine nei singoli paesi membri ha evidenziato una situazione soddisfacente e stabile.
Nel corso del comitato di gestione bovini sono stati discussi progetti di regolamento riguardanti contingenti d'importazione di carni ed animali vivi.
In particolare, la Commissione, al fine di allineare i dispositivi normativi sulla gestione dei contingenti tariffari delle carni al regolamento n. 1301/2006 del 31 agosto 2006 che procede alla fissazione di norme comuni a livello orizzontale su tutti i contingenti, ha predisposto i relativi progetti che modificano, in tal senso, i seguenti regolamenti :
1. Reg. CE nr. 936/97 ( Hilton Beef) ;
2. Reg. CE nr. 996/97 ( Hampes Argentina)
3. Reg. CE nr. 2247/2003 ( paesi ACP)
4. Reg. CE nr. 297/2003 ( carne dal Cile).
Inoltre, sempre in linea con le nuove disposizioni in materia di gestione dei contingenti introdotte dal predetto regolamento CE nr. 1301/2006, è stata discussa una proposta di regolamento, presentata dalla Commissione, afferente all'importazione di 24.070 bovini da ingrasso e attualmente statuita dal Reg. CE n. 800/2006.
Nel corso del Comitato è stato oggetto di votazione ed approvazione unicamente il progetto di regolamento che modifica il Reg. CE nr. 2247/2003 ( paesi ACP) mentre la modifica del regolamento relativo all'Hilton Beef ( Reg. CE nr. 936/97) sarà, con ogni probabilità, votata nell'ambito del comitato di gestione latte e prodotti lattieri del 15 febbraio p.v.
Gli altri progetti di regolamento saranno votati successivamente.
Infine, si segnala che nell'ambito del Comitato la Commissione ha avviato un giro di tavolo al fine di conoscere , nei vari paesi membri, le diverse problematiche in materia di etichettatura volontaria delle carni bovine, ex articolo 16 del Reg. CE n. 1760/2000.
Nel corso di tale discussione la maggioranza delle delegazioni si sono espresse a favore di regole più semplificate da applicare nell'etichettatura facoltativa delle carni bovine.
La prossima riunione dei suddetti Comitati di gestione si terrà il prossimo 21 marzo 2007

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Autore: StaffBlog  (Admin)    Data: 12-02-2007   17:55:26
 
Argomenti Correlati:  etichette  carni  europa  consumatore  alimentazione  qualità      
 


dedicato ai clienti

il Guizzo

clicca per accedere al sito della Galassia di Preti Mangimi

clicca per scaricare il file in formato pdf

clicca per visitare il sito BRB Volumax

al dialèt dì Crusèra



 MISCELLANEA
  PMI NEWS
  GLOBAL WATCH
  RIVISTE SPECIALIZZATE
  LO SPECIALE
  L'OSCAR
  AGRODOLCE
  SCHEGGE IMPAZZITE
  BUSSOLA DEL GUSTO
  MARKET CAFE'
  ITALIANITA'
  DETTO & FATTO
  BACKSTAGE
  PARTERRE
  ATTUALITA'
  AGROITINERARI
  BOTTA E RISPOSTA
  CURIOSITA'
  TENDENZE
  TECH NEWS
  INTERNET NEWS
  CICLISMO
  RADIO E TV
  CINEMA
  TEATRO
  MUSICA
  LIBRI
  MOSTRE
  ANNIVERSARI
  L'ANGOLO ASTROLOGICO
 Il Meteo
 Wikipedia

Scrivi alla Redazione: info@agrifornews.it
A cura di:
PRETI MANGIMI S.r.l.
Via Smerrieri, 2/4/6 - REVERE (Mantova) - Tel. 0386 46469 - Fax. 0386 846034 / 0386 847156
P.Iva 00229820204
URL: www.pretimangimi.it - Email: info@pretimangimi.it

Informazioni Privacy - Informativa Cookies