LOGIN
Welcome Guest
 
Nick:
Password:
 
Se non hai ancora un account, Registrati ora !!!

»Informativa Privacy
 Messaggi Grido
APPUNTAMENTI
Fiere, Rassegne, Convegni di settore...
mese precedente Oct 2018 mese successivo
D L M M G V S
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
Newsletter e Magazine

 QUOTIDIANI
 SERVIZI
  AGRICONSIGLI
  AGRICOLTURA BIOLOGICA
  AGRICOLTURA BIODINAMICA
  ALIMENTAZIONE E SALUTE
  AMBIENTE E TERRITORIO
  QUALITA E SICUREZZA
  RASSEGNA STAMPA
  ENERGIA E AMBIENTE
  IMMOBILIARE
 LINK UTILI
 Link Utili
 Sondaggio
Qual'è la città più bella d'Italia a Natale?
 
Firenze
Venezia
Roma
Napoli
Torino
Mantova
Bologna
Milano
Verona
Ferrara
Palermo
Bolzano
Perugia
Trento
Pisa
 

Voti sondaggio
 
Pretinews n. 7

LA NOSTRA COMMUNITY

Home

Sondaggio

Chat

Foto del Mese

Giochi

Webmail

Interviste Pazze

Intervista Doppia

Le Pagelle

Post it

Scrivi Grido

Pillole
 
  Vota Articolo Vota Articolo  elenco articoli Versione Stampabile Segnala ad un amico
 
UNIONE EUROPEA
Sicurezza alimentare, l'Ue scende in campo dettando le regole

Sicurezza alimentare, L'Ue scende in campo dettando le regole

Con L'Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA), che ha proprio sede in Italia a Parma, L'Ue scende in campo per la sicurezza del consumatore, con un sistema avanzato articolato in tre capisaldi, il cosiddetto 'Pacchetto Igiene', che introduce il principio di responsabilità, con un 'Regolamento sui controlli' a garanzia della qualità-prodotti, con regole sulle 'Etichette' trasparenti, per consumatori informati e guidati da una corretta scelta finale. L'importante scelta oggetto delle varie analisi di esperti, tecnici e rappresentati ufficiali.

 

Un sistema avanzato per la sicurezza alimentare

Quali garanzie ha chi fa la spesa di scegliere prodotti alimentari sicuri? Una domanda di non facile risposta, se con un po' di memoria si ritorna a episodi come la BSE, più conosciuta come 'mucca pazza', i casi diossina o i rischi – veri o presunti - legati all'influenza aviaria. Negli anni '90 la sicurezza alimentare in Europa ha attraversato un tunnel buio, dal quale l'immagine dei prodotti alimentari europei presso i cittadini e i consumatori è uscita gravemente danneggiata. In quell'epoca, la normativa dell'Unione europea in materia alimentare era un insieme confuso di regole, accumulatesi nel tempo, ma prive di coerenza tra loro. Si è reso quindi urgente intervenire. In meno di sette anni un nuovo sistema è stato realizzato, diventando una realtà che viene considerata da più parti come il miglior sistema di sicurezza alimentare al mondo, in grado di garantire al consumatore europeo livelli di protezione ineguagliabili e prodotti alimentari tra i più sicuri. Ovviamente, è impossibile affermare che sia possibile eliminare del tutto ogni tipo di rischio legato all'alimentazione, e così sarà anche in futuro. Ma il rischio si può ridurre attraverso dei meccanismi che ci permettano di intervenire in modo pronto e deciso, se e quando ce n'è bisogno.L'opera di riordino iniziò nel gennaio 2000 con il Libro bianco sulla sicurezza alimentare della Commissione europea, che ancora oggi costituisce la base di un sistema moderno e coerente. Questo sistema ruota attorno ad alcune caratteristiche principali. Innanzitutto la strategia 'dai campi alla tavola' garantisce il diritto alla sicurezza lungo tutta la catena alimentare. Gli operatori del settore alimentare sono considerati responsabili della sicurezza alimentare. Grazie alle norme in materia di tracciabilità gli eventuali problemi possono essere individuati, isolati e risolti. Un miglior sistema di allarme rapido per alimenti e mangimi è stato introdotto. Infine, è stata creata un'autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) indipendente, responsabile soprattutto in materia di valutazione dei rischi. Ma in realtà, le azioni per migliorare costantemente il sistema in vigore si susseguono. Alcune piuttosto significative sono entrate in vigore recentemente, nel corso del 2006. La prima – il cosiddetto pacchetto igiene - ha unificato e semplificato 17 direttive preesistenti in materia. E' incentrato sul principio della responsabilità lungo la catena d'approvvigionamento, fino alla consegna o all'acquisto da parte del consumatore. Si tratta di una misura, improntata alla flessibilità, che mira a garantire protezione e sostegno soprattutto a favore di determinati metodi di produzione tradizionali e di imprese alimentari in regioni isolate. La seconda è un regolamento sui controlli ufficiali che garantisce la qualità del prodotto attraverso un'applicazione rigorosa delle norme e dei sistemi. La legislazione non serve se la sua applicazione non è reale e verificata. L'attività dell'Unione europea si focalizza anche sull'aspetto della salute e del benessere degli animali, considerati aspetti importanti per garantire la qualità dei prodotti alimentari derivati, secondo il principio 'prodotti sani da animali sani'. Una strategia in materia sarà pubblicata nel 2007. Infine, l'ultimo aspetto dell'azione europea riguarda l'informazione che viene data ai consumatori sui prodotti alimentari. Di recente sono state decise nuove norme per garantire che i presunti benefici nutrizionali o di salute indicati dalle industrie alimentari sulle etichette siano veri e scientificamente provati. Si tratta di un progresso di estrema importanza se si pensa, ad esempio, alla lotta all'obesità e al sovrappeso, due problemi di salute sempre più diffusi. La normativa sull'etichettatura degli alimenti risale al 1979: e' quindi urgente aggiornarla per rispondere alle nuove e legittime attese del consumatore.

Fonte: L'Europa in Diretta
Matteo Fornara -Commissione europea Rappresentanza di Milano
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Autore: Gino  (Admin)    Data: 25-11-2006   18:53:58
 
 


dedicato ai clienti

il Guizzo

clicca per accedere al sito della Galassia di Preti Mangimi

clicca per scaricare il file in formato pdf

clicca per visitare il sito BRB Volumax

al dialèt dì Crusèra



 MISCELLANEA
  PMI NEWS
  GLOBAL WATCH
  RIVISTE SPECIALIZZATE
  LO SPECIALE
  L'OSCAR
  AGRODOLCE
  SCHEGGE IMPAZZITE
  BUSSOLA DEL GUSTO
  MARKET CAFE'
  ITALIANITA'
  DETTO & FATTO
  BACKSTAGE
  PARTERRE
  ATTUALITA'
  AGROITINERARI
  BOTTA E RISPOSTA
  CURIOSITA'
  TENDENZE
  TECH NEWS
  INTERNET NEWS
  CICLISMO
  RADIO E TV
  CINEMA
  TEATRO
  MUSICA
  LIBRI
  MOSTRE
  ANNIVERSARI
  L'ANGOLO ASTROLOGICO
 Il Meteo
 Wikipedia

Scrivi alla Redazione: info@agrifornews.it
A cura di:
PRETI MANGIMI S.r.l.
Via Smerrieri, 2/4/6 - REVERE (Mantova) - Tel. 0386 46469 - Fax. 0386 846034 / 0386 847156
P.Iva 00229820204
URL: www.pretimangimi.it - Email: info@pretimangimi.it

Informazioni Privacy - Informativa Cookies