LOGIN
Welcome Guest
 
Nick:
Password:
 
Se non hai ancora un account, Registrati ora !!!

»Informativa Privacy
 Messaggi Grido
APPUNTAMENTI
Fiere, Rassegne, Convegni di settore...
mese precedente Jun 2018 mese successivo
D L M M G V S
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
             
Newsletter e Magazine

 QUOTIDIANI
 SERVIZI
  AGRICONSIGLI
  AGRICOLTURA BIOLOGICA
  AGRICOLTURA BIODINAMICA
  ALIMENTAZIONE E SALUTE
  AMBIENTE E TERRITORIO
  QUALITA E SICUREZZA
  RASSEGNA STAMPA
  ENERGIA E AMBIENTE
  IMMOBILIARE
 LINK UTILI
 Link Utili
 Sondaggio
Qual'è la città più bella d'Italia a Natale?
 
Firenze
Venezia
Roma
Napoli
Torino
Mantova
Bologna
Milano
Verona
Ferrara
Palermo
Bolzano
Perugia
Trento
Pisa
 

Voti sondaggio
 
Pretinews n. 7

LA NOSTRA COMMUNITY

Home

Sondaggio

Chat

Foto del Mese

Giochi

Webmail

Interviste Pazze

Intervista Doppia

Le Pagelle

Post it

Scrivi Grido

Pillole
 
  Vota Articolo Vota Articolo  elenco articoli Versione Stampabile Segnala ad un amico
 
ISMEA
Frumento, buona la qualità e quantità campagne 2008

Frumento, buona la qualità e quantità

Le prime stime dell'industria molitoria indicano un incremento del 30% dei volumi di frumento duro e del 10% di quello tenero. Sul versante della qualità, i primi risultati indicano che la campagna di raccolta è stata a macchia di leopardo: bene il Centro e il Sud Italia, qualche difficoltà al Nord

 un campo di grano
un campo di grano

Ivano Vacondio, presidente di Italmopa, l'associazione aderente a Confindustria che rappresenta e tutela l'industria molitoria italiana, intervenendo a Siab-Veronafiere ha affermato che 'la campagna di raccolta dei cereali sta procedendo complessivamente in maniera positiva. La qualità sia del frumento tenero che di quello duro è buona, anche se non appare omogenea per tutte le regioni italiane, ma senza dubbio potremo contare su un aumento delle rese per ettaro, mediamente soddisfacenti, e dunque dei volumi di commodities che saranno disponibili. Anzi, per il grano duro prevediamo di toccare il record di produttività'.
Il presidente ha poi invitato i produttori agricoli ad approcciarsi 'con equilibrio al mercato, per evitare distorsioni che penalizzerebbero l'intera filiera, dalle stesse imprese agricole fino al consumatore, toccando tutti gli anelli intermedi'.
Le industrie aderenti ad Italmopa, per la campagna 2008, si apprestano a lavorare circa 6 milioni di tonnellate di grano duro, mentre circa 3,5 - 3,6 milioni saranno i quantitativi ottenuti dalla raccolta del grano tenero. Numeri interni in crescita, dovuti in parte anche all'utilizzo del set-aside per coltivare cereali.
Per quanto riguarda il frumento duro, materia prima principale per la produzione di pasta, Vacondio calcola, 'un aumento del 30 per cento in più di produzione'. Sotto il profilo qualitativo, 'senza dubbio in Puglia e in Sicilia, ha sottolineato il presidente, possiamo essere più che soddisfatti, anche in un'ottica di resa molitoria, così come nel Centro Italia, in Toscana e nelle Marche, mentre è prematuro esprimere valutazioni sul raccolto al Nord, peraltro appena iniziato, ma con situazioni a macchia di leopardo: le piogge soprattutto in Emilia, Lombardia e Piemonte comprometteranno in parte le produzioni per ettaro e la qualità del prodotto'.
Per ciò che concerne invece il frumento tenero, 'in Emilia Romagna siamo a circa metà delle fasi di raccolta, ha dichiarato il numero uno di Italmopa, e il rendimento delle coltivazioni è positivo, con un aumento del 10 per cento in più sul 2007 in volumi e un target medio di qualità assolutamente buono. Una situazione analoga si sta verificando anche nel Veneto'.
Decisamente più problematico l'andamento in Piemonte e Lombardia, regioni che hanno dovuto fare i conti in maniera pesante con il maltempo, che ha provocato in diverse aree l'allettamento del frumento e che in qualche caso ha favorito la diffusione di patologie varie. 'Con simili premesse pensiamo sia prematuro azzardare stime sulle due regioni e per un bilancio un po' più compiuto dovremo in questo caso aspettare altri 15 o 20 giorni'.
In questa situazione è difficile prevedere quale sarà l'andamento del mercato, anche se Vacondio condivide in linea di massima gli studi diffusi dalla Commissione agricoltura dell'Unione europea, che calcolano anche per il 2008 prezzi sostenuti dei cereali, ma comunque piuttosto lontani dai livelli record del 2007 e dei mesi scorsi. In pratica, non dovrebbero verificarsi 'fiammate' o tensioni nelle contrattazioni.
Eppure, Ivano Vacondio stigmatizza il comportamento che si è diffuso fra gli agricoltori a partire dai mesi scorsi e che non accenna a cessare in questo periodo di raccolta. 'Si tratta di un elemento che ci preoccupa fortemente e riguarda la pratica delle aziende agricole di sottoscrivere contratti con magazzini e consorzi agrari di conto-deposito. Sperano che il prezzo del frumento acceleri e in questo modo provocano un eccesso di domanda rispetto all'offerta reale. Ma il grano è una merce deteriorabile, non è come il petrolio, l'acciaio o lo zinco. Non si conserva in eterno'.
L'atteggiamento degli imprenditori agricoli, in parte, secondo Vacondio, influenzato dai media, sta mettendo in difficoltà l'industria molitoria e rischia di ripercuotersi sull'intera filiera, agricoltori compresi. 'Servono quote programmate di immissioni sul mercato, ha concluso, per poter assecondare la richiesta del mercato e non arrecare distorsioni sui listini. Anche perché il risultato sperato da quanti ritengono i cereali non è scontato. Se nessuno adesso vende, arriverà il momento in cui saranno costretti a farlo di colpo. E il prezzo di conseguenza crollerà'.

Comunica con noi
Fonte Mipaf
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Autore: StaffBlog  (Admin)    Data: 09-07-2008   11:22:18
 
 


dedicato ai clienti

il Guizzo

clicca per accedere al sito della Galassia di Preti Mangimi

clicca per scaricare il file in formato pdf

clicca per visitare il sito BRB Volumax

al dialèt dì Crusèra



 MISCELLANEA
  PMI NEWS
  GLOBAL WATCH
  RIVISTE SPECIALIZZATE
  LO SPECIALE
  L'OSCAR
  AGRODOLCE
  SCHEGGE IMPAZZITE
  BUSSOLA DEL GUSTO
  MARKET CAFE'
  ITALIANITA'
  DETTO & FATTO
  BACKSTAGE
  PARTERRE
  ATTUALITA'
  AGROITINERARI
  BOTTA E RISPOSTA
  CURIOSITA'
  TENDENZE
  TECH NEWS
  INTERNET NEWS
  CICLISMO
  RADIO E TV
  CINEMA
  TEATRO
  MUSICA
  LIBRI
  MOSTRE
  ANNIVERSARI
  L'ANGOLO ASTROLOGICO
 Il Meteo
 Wikipedia

Scrivi alla Redazione: info@agrifornews.it
A cura di:
PRETI MANGIMI S.r.l.
Via Smerrieri, 2/4/6 - REVERE (Mantova) - Tel. 0386 46469 - Fax. 0386 846034 / 0386 847156
P.Iva 00229820204
URL: www.pretimangimi.it - Email: info@pretimangimi.it

Informazioni Privacy - Informativa Cookies