LOGIN
Welcome Guest
 
Nick:
Password:
 
Se non hai ancora un account, Registrati ora !!!

»Informativa Privacy
 Messaggi Grido
APPUNTAMENTI
Fiere, Rassegne, Convegni di settore...
mese precedente Dec 2018 mese successivo
D L M M G V S
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
Newsletter e Magazine

 QUOTIDIANI
 SERVIZI
  AGRICONSIGLI
  AGRICOLTURA BIOLOGICA
  AGRICOLTURA BIODINAMICA
  ALIMENTAZIONE E SALUTE
  AMBIENTE E TERRITORIO
  QUALITA E SICUREZZA
  RASSEGNA STAMPA
  ENERGIA E AMBIENTE
  IMMOBILIARE
 LINK UTILI
 Link Utili
 Sondaggio
Qual'è la città più bella d'Italia a Natale?
 
Firenze
Venezia
Roma
Napoli
Torino
Mantova
Bologna
Milano
Verona
Ferrara
Palermo
Bolzano
Perugia
Trento
Pisa
 

Voti sondaggio
 
Pretinews n. 7

LA NOSTRA COMMUNITY

Home

Sondaggio

Chat

Foto del Mese

Giochi

Webmail

Interviste Pazze

Intervista Doppia

Le Pagelle

Post it

Scrivi Grido

Pillole
 
  Vota Articolo Vota Articolo  elenco articoli Versione Stampabile Segnala ad un amico
 
CINEMA
Visconti a trent'anni dalla scomparsa e nel centenario della nascita

 

Luchino Visconti nasce il 2 novembre del 1906 e muore a Roma il 17 marzo del 1976. Il 2006 dunque è un anno speciale per la figura di Visconti, visto che ricorrono i trenta anni dalla sua scomparsa e il centenario della nascita.

Il regista milanese viene al mondo in una famiglia di origini aristocratiche, i cui componenti sono tradizionalmente amanti dell'arte e della musica.

Proprio la musica, in particolare la lirica, e il teatro divengono ben presto le  passioni fondamentali di Visconti, il quale poi, una volta trasferitosi in Francia entra in contatto con il mondo del cinema, in special modo con Jean Renoir di cui diventa assistente.

E' proprio la sua permanenza in territorio francese, negli anni trenta, che induce il giovane aristocratico prima ad avvicinarsi e poi ad aderire in maniera chiarissima all'ideologia comunista.

Dopo aver viaggiato negli Stati Uniti, in particolare a Hollywood, il futuro grande regista si stabilisce a Roma dove entra in contatto con la redazione della rivista 'Cinema'. All'interno di questa redazione, Visconti produce teoriche critiche nei confronti della cinematografia italiana e progetta un film linguisticamente e stilisticamente rivoluzionario che prenderà il titolo di Ossessione. Siamo in epoca fascista e se da un lato il film, pur con tagli e rivisitazioni, uscirà regolarmente, dall'altro Visconti vivrà l'esperienza tragica dell'arresto e della persecuzione fascista.

Gli anni sessanta sono invece segnati da Rocco e i suoi fratelli (1960) e da Il gattopardo (1963), altro capolavoro grazie al quale Visconti entra in contato con l'universo letterario di Tommasi di Lampedusa.

A seguito di un grave malore, Visconti dopo il 1973 convive con gravi problemi fisici. Il suo impegno nel cinema lo porta, nonostante la malattia, a confrontarsi ancora con la macchina da presa e il set. I suoi ultimi lavori non sono però all'altezza del suo talento e della sua fama. Visconti conclude la sua filmografia  dopo aver girato Gruppo di famiglia in un interno nel 1974 e L'innocente, da D'Annunzio, nel 1976, anno della sua morte.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Autore: Gino  (Admin)    Data: 30-10-2006   21:16:17
 
 


dedicato ai clienti

il Guizzo

clicca per accedere al sito della Galassia di Preti Mangimi

clicca per scaricare il file in formato pdf

clicca per visitare il sito BRB Volumax

al dialèt dì Crusèra



 MISCELLANEA
  PMI NEWS
  GLOBAL WATCH
  RIVISTE SPECIALIZZATE
  LO SPECIALE
  L'OSCAR
  AGRODOLCE
  SCHEGGE IMPAZZITE
  BUSSOLA DEL GUSTO
  MARKET CAFE'
  ITALIANITA'
  DETTO & FATTO
  BACKSTAGE
  PARTERRE
  ATTUALITA'
  AGROITINERARI
  BOTTA E RISPOSTA
  CURIOSITA'
  TENDENZE
  TECH NEWS
  INTERNET NEWS
  CICLISMO
  RADIO E TV
  CINEMA
  TEATRO
  MUSICA
  LIBRI
  MOSTRE
  ANNIVERSARI
  L'ANGOLO ASTROLOGICO
 Il Meteo
 Wikipedia

Scrivi alla Redazione: info@agrifornews.it
A cura di:
PRETI MANGIMI S.r.l.
Via Smerrieri, 2/4/6 - REVERE (Mantova) - Tel. 0386 46469 - Fax. 0386 846034 / 0386 847156
P.Iva 00229820204
URL: www.pretimangimi.it - Email: info@pretimangimi.it

Informazioni Privacy - Informativa Cookies