LOGIN
Welcome Guest
 
Nick:
Password:
 
Se non hai ancora un account, Registrati ora !!!

»Informativa Privacy
 Messaggi Grido
APPUNTAMENTI
Fiere, Rassegne, Convegni di settore...
mese precedente Oct 2018 mese successivo
D L M M G V S
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
Newsletter e Magazine

 QUOTIDIANI
 SERVIZI
  AGRICONSIGLI
  AGRICOLTURA BIOLOGICA
  AGRICOLTURA BIODINAMICA
  ALIMENTAZIONE E SALUTE
  AMBIENTE E TERRITORIO
  QUALITA E SICUREZZA
  RASSEGNA STAMPA
  ENERGIA E AMBIENTE
  IMMOBILIARE
 LINK UTILI
 Link Utili
 Sondaggio
Qual'è la città più bella d'Italia a Natale?
 
Firenze
Venezia
Roma
Napoli
Torino
Mantova
Bologna
Milano
Verona
Ferrara
Palermo
Bolzano
Perugia
Trento
Pisa
 

Voti sondaggio
 
Pretinews n. 7

LA NOSTRA COMMUNITY

Home

Sondaggio

Chat

Foto del Mese

Giochi

Webmail

Interviste Pazze

Intervista Doppia

Le Pagelle

Post it

Scrivi Grido

Pillole
 
  Vota Articolo Vota Articolo  elenco articoli Versione Stampabile Segnala ad un amico
 
ATTUALITA'
Va forte il Salento....con la 'Puccia'...salentina...da strada..da gustare..per tutti..i gusti e generi

Va forte il Salento....con la 'Puccia'...salentina :

Puccia salentina


1 kg di farina di grano duro
250 gr di lievito madre oppure 1 dado di lievito di birra
1 cucchiaino e mezzo di sale grosso sciolto in acqua tiepida
200-250 gr. olive nere 'ciddhrine' o 'saracine' rigorosamente con il nocciolo (sono olive nere piccole e dure, non so il nome in italiano)
50 gr d'olio (extra-vergine naturalmente) facoltativo.
Impastare la farina con il lievito aggiundendo acqua tiepida..L'impasto deve essere lavorato a lungo fino ad avere una consistenza morbida ed elastica.
Far riposare l'impasto 1 ora o più in luogo tiepido e riparato (l'impasto deve raddoppiare).
Riprendere la pasta, lavorarla ancora, aggiungere le olive (e l'olio: la puccia conserva più a lungo la morbidezza), mescolare bene e far rilievitare una mezz'ora (questa seconda lievitazione serve per le piccole quantità; per grandi quantità non c'è bisogno perché il tempo che si impiega a preparare i panini serve da lievitazione).
Accendere il forno alla massima temperatura con la resistenza sopra e sotto.
Mettere un po' di farina di grano duro in un piatto largo e basso e preparare una teglia con carta forno bagnata e strizzata.
A questo punto staccare pezzi di pasta di circa 150-200 gr. (si possono fare anche piccolini tipo paninetti), passarli nella farina e posarli man mano sulla teglia.
Spegnere la resistenza superiore del forno e lasciare quella inferiore.
Infornare a metà altezza per 10-15 minuti.

 
clicca per ingrandire
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Autore: StaffBlog  (Admin)    Data: 03-05-2008   20:28:04
 
 


dedicato ai clienti

il Guizzo

clicca per accedere al sito della Galassia di Preti Mangimi

clicca per scaricare il file in formato pdf

clicca per visitare il sito BRB Volumax

al dialèt dì Crusèra



 MISCELLANEA
  PMI NEWS
  GLOBAL WATCH
  RIVISTE SPECIALIZZATE
  LO SPECIALE
  L'OSCAR
  AGRODOLCE
  SCHEGGE IMPAZZITE
  BUSSOLA DEL GUSTO
  MARKET CAFE'
  ITALIANITA'
  DETTO & FATTO
  BACKSTAGE
  PARTERRE
  ATTUALITA'
  AGROITINERARI
  BOTTA E RISPOSTA
  CURIOSITA'
  TENDENZE
  TECH NEWS
  INTERNET NEWS
  CICLISMO
  RADIO E TV
  CINEMA
  TEATRO
  MUSICA
  LIBRI
  MOSTRE
  ANNIVERSARI
  L'ANGOLO ASTROLOGICO
 Il Meteo
 Wikipedia

Scrivi alla Redazione: info@agrifornews.it
A cura di:
PRETI MANGIMI S.r.l.
Via Smerrieri, 2/4/6 - REVERE (Mantova) - Tel. 0386 46469 - Fax. 0386 846034 / 0386 847156
P.Iva 00229820204
URL: www.pretimangimi.it - Email: info@pretimangimi.it

Informazioni Privacy - Informativa Cookies