LOGIN
Welcome Guest
 
Nick:
Password:
 
Se non hai ancora un account, Registrati ora !!!

»Informativa Privacy
 Messaggi Grido
APPUNTAMENTI
Fiere, Rassegne, Convegni di settore...
mese precedente Jun 2018 mese successivo
D L M M G V S
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
             
Newsletter e Magazine

 QUOTIDIANI
 SERVIZI
  AGRICONSIGLI
  AGRICOLTURA BIOLOGICA
  AGRICOLTURA BIODINAMICA
  ALIMENTAZIONE E SALUTE
  AMBIENTE E TERRITORIO
  QUALITA E SICUREZZA
  RASSEGNA STAMPA
  ENERGIA E AMBIENTE
  IMMOBILIARE
 LINK UTILI
 Link Utili
 Sondaggio
Qual'è la città più bella d'Italia a Natale?
 
Firenze
Venezia
Roma
Napoli
Torino
Mantova
Bologna
Milano
Verona
Ferrara
Palermo
Bolzano
Perugia
Trento
Pisa
 

Voti sondaggio
 
Pretinews n. 7

LA NOSTRA COMMUNITY

Home

Sondaggio

Chat

Foto del Mese

Giochi

Webmail

Interviste Pazze

Intervista Doppia

Le Pagelle

Post it

Scrivi Grido

Pillole
 
  Vota Articolo Vota Articolo  elenco articoli Versione Stampabile Segnala ad un amico
 
ISMEA
Piemonte, La Barbera diventa Docg, il buon vino trionfa...

Piemonte, La Barbera diventa Docg
 

La Barbera d'Asti e la Barbera del Monferrato superiore sono state riconosciute ufficialmente come Docg dal Comitato nazionale tutela vini a denominazione d'origine. Sono 12 i vini a Denominazione d'origine controllata e garantita del Piemonte

vigneti in provincia di Asti
vigneti in provincia di Asti

Il già ricco cahier italiano di vini certificati di grande qualità si arricchisce di due nuovi arrivi: la Barbera d'Asti e quella del Monferrato Superiore. Ad entrambi i vini infatti, il Comitato nazionale tutela vini a denominazione d'origine ha riconosciuto ufficialmente il marchio Docg, Denominazione d'origine controllata e garantita. E' stata così accolta la proposta di passaggio dalla Doc alla Docg, che avrà valenza sin dalla vendemmia 2008. I relativi disciplinari sono stati approvati all'unanimità nelle formulazioni originariamente presentate.
Per l'assessore regionale piemontese Mino Taricco 'si tratta di un riconoscimento importante per il lavoro svolto e per la collaborazione tra Consorzio di tutela, l'intera filiera operante sul territorio e le istituzioni interessate. Grazie all'impegno di tutti, in meno di un anno è andata in porto la complessa operazione del riconoscimento della Docg'.
La Barbera è il vitigno più diffuso in Piemonte in termini di superficie e il suo passaggio alla Docg rappresenta dunque un risultato di assoluto rilievo per il consolidamento qualitativo del Piemonte come Regione delle Docg. Sono infatti dodici i vini piemontesi che possono vantare questo marchio di qualità e che si aggiungono ad altre 45 Doc, coprendo complessivamente oltre l'80 % della produzione vitivinicola regionale.
In particolare 'La Barbera', declinata al femminile come usa in Piemonte, è un vitigno storico, coltivato sin dal 1700 con grande successo per la sua notevole capacita' vegetativa, che offre un'elevata produzione di grappoli, e per la sua resistenza alle mutevoli condizioni climatiche della zona ed agli attacchi di muffe e parassiti.
Sebbene nell'ultimo trentennio molte zone tradizionali della Barbera, come il nord astigiano ed il casalese, abbiano perso notevoli superfici vitata, causa l'industrializzazione e l'abbandono delle campagne, nel solo Monferrato il vitigno Barbera è coltivato su quasi 15mila ettari di terreno collinare. Estensioni meno elevate ma significative si trovano anche nell'albese e nei Colli Tortonesi e nell'Oltrepò Pavese.
Da più di un decennio la crescita media qualitativa, determinata da una maggiore cura del vigneto, ad iniziare dalla riduzione della resa d'uve per ettaro, passando per il miglioramento delle tecniche di cantina ed al sempre maggiore utilizzo dell'affinamento in botti di rovere, ha fatto in modo che la Barbera, nelle sue varie interpretazioni, sia diventata a tutti gli effetti un vino 'importante', meritevole del marchio di qualità europeo ed oggi in grado di competere con tutti i grandi vini rossi italiani ed internazionali.
Il merito, va ricordato, è di un numero sempre maggiore di produttori, piccoli e grandi, che hanno creduto nelle grandi potenzialità di questo vino, cui da qualche anno è dedicato uno specifico sito intenet: www.barbera.it
fonte Mipaf

 
clicca per ingrandire
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Autore: StaffBlog  (Admin)    Data: 16-02-2008   10:52:16
 
 


dedicato ai clienti

il Guizzo

clicca per accedere al sito della Galassia di Preti Mangimi

clicca per scaricare il file in formato pdf

clicca per visitare il sito BRB Volumax

al dialèt dì Crusèra



 MISCELLANEA
  PMI NEWS
  GLOBAL WATCH
  RIVISTE SPECIALIZZATE
  LO SPECIALE
  L'OSCAR
  AGRODOLCE
  SCHEGGE IMPAZZITE
  BUSSOLA DEL GUSTO
  MARKET CAFE'
  ITALIANITA'
  DETTO & FATTO
  BACKSTAGE
  PARTERRE
  ATTUALITA'
  AGROITINERARI
  BOTTA E RISPOSTA
  CURIOSITA'
  TENDENZE
  TECH NEWS
  INTERNET NEWS
  CICLISMO
  RADIO E TV
  CINEMA
  TEATRO
  MUSICA
  LIBRI
  MOSTRE
  ANNIVERSARI
  L'ANGOLO ASTROLOGICO
 Il Meteo
 Wikipedia

Scrivi alla Redazione: info@agrifornews.it
A cura di:
PRETI MANGIMI S.r.l.
Via Smerrieri, 2/4/6 - REVERE (Mantova) - Tel. 0386 46469 - Fax. 0386 846034 / 0386 847156
P.Iva 00229820204
URL: www.pretimangimi.it - Email: info@pretimangimi.it

Informazioni Privacy - Informativa Cookies