LOGIN
Welcome Guest
 
Nick:
Password:
 
Se non hai ancora un account, Registrati ora !!!

»Informativa Privacy
 Messaggi Grido
APPUNTAMENTI
Fiere, Rassegne, Convegni di settore...
mese precedente Aug 2018 mese successivo
D L M M G V S
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
Newsletter e Magazine

 QUOTIDIANI
 SERVIZI
  AGRICONSIGLI
  AGRICOLTURA BIOLOGICA
  AGRICOLTURA BIODINAMICA
  ALIMENTAZIONE E SALUTE
  AMBIENTE E TERRITORIO
  QUALITA E SICUREZZA
  RASSEGNA STAMPA
  ENERGIA E AMBIENTE
  IMMOBILIARE
 LINK UTILI
 Link Utili
 Sondaggio
Qual'è la città più bella d'Italia a Natale?
 
Firenze
Venezia
Roma
Napoli
Torino
Mantova
Bologna
Milano
Verona
Ferrara
Palermo
Bolzano
Perugia
Trento
Pisa
 

Voti sondaggio
 
Pretinews n. 7

LA NOSTRA COMMUNITY

Home

Sondaggio

Chat

Foto del Mese

Giochi

Webmail

Interviste Pazze

Intervista Doppia

Le Pagelle

Post it

Scrivi Grido

Pillole
 
  Vota Articolo Vota Articolo  elenco articoli Versione Stampabile Segnala ad un amico
 
ISMEA
Carne, dalla stalla alla tavola 400%

 
Carne, dalla stalla alla tavola 400%.............
 

Lievitano i prezzi della carne dalla produzione al consumo e gli italiani ne consumano di meno. L'allarme lanciato dalla Coldiretti con una manifestazione a Torino

 alcuni tagli di carne bovina
alcuni tagli di carne bovina

I prezzi della carne dalla produzione al consumo si moltiplicano fino al 400%, per cui diminuisce la quantità di carne nel menù degli italiani ed anche il numero degli animali allevati nelle stalle. Mentre la carne nei piatti cala in media del 3%, sale invece il budget ad essa dedicato, che rappresenta quasi un quarto (106 su 467 euro totali) della spesa familiare per l'alimentazione. I rincari maggiori dalla stalla al negozio riguardano la carne di coniglio ( 430%, ossia da 1,5 agli 8 euro al chilo), e di maiale ( 412%, ovvero da 1,2 ai 6,14 euro al chilo ), a seguire quella di vitellone ( 394%) e di pollo ( 263%). Questo l'allarme lanciato da Coldiretti, che il 3 febbraio ha organizzato una manifestazione a Torino, trasferendo gli animali dalle fattorie al centro della città.
''E' significativo - ha dichiarato Coldiretti - che il primo intervento del garante per la sorveglianza sui prezzi, 'Mister prezzi', avvenga nel settore delle carni, dove è diventata insostenibile la forbice tra i prezzi alla produzione e quelli al consumo, che mette a rischio la produzione Made in Italy di carne e salumi e il loro consumo da parte delle famiglie italiane. E' necessario lavorare per rendere più trasparente e diretto il percorso del prodotto con l'etichetta di provenienza, ma occorre anche intervenire - continua Coldiretti - sulle filiere inefficienti che perdono valore, senza ritardare le necessarie ristrutturazioni'.
In occasione della manifestazione, Coldiretti ha dunque avviato la raccolta di firme per la petizione popolare a sostegno dell'indicazione obbligatoria dell'origine sulle etichette delle carni di maiale e di coniglio. In questo modo si vuole evitare che vengano spacciati come Made in Italy prodotti importati, e si vogliono combattere i rincari ingiustificati e le speculazioni.
Per il maiale, ha rilevato Coldiretti, si è verificato un crollo del 10% del compenso riconosciuto agli allevatori, al quale non ha fatto seguito una analoga riduzione dei listini per i consumatori. Anzi, il prezzo del maiale dalla stalla alla tavola è moltiplicato per cinque se si acquista la braciola, per dieci se si compra il salame e per oltre venti volte se si tratta del prosciutto, con il risultato che la spesa familiare di carne suina e salumi si è ridotta del 2,3 per cento nel 2007.
Il prezzo del coniglio aumenta invece del 430% dalla stalla alla tavola, con il risultato di mettere a rischio anche il primato nell'allevamento (circa 5mila strutture totali) del nostro Paese, che è il primo produttore europeo e il secondo a livello mondiale dopo la Cina. fonte Mipaf

 
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Autore: StaffBlog  (Admin)    Data: 04-02-2008   19:37:31
 
 


dedicato ai clienti

il Guizzo

clicca per accedere al sito della Galassia di Preti Mangimi

clicca per scaricare il file in formato pdf

clicca per visitare il sito BRB Volumax

al dialèt dì Crusèra



 MISCELLANEA
  PMI NEWS
  GLOBAL WATCH
  RIVISTE SPECIALIZZATE
  LO SPECIALE
  L'OSCAR
  AGRODOLCE
  SCHEGGE IMPAZZITE
  BUSSOLA DEL GUSTO
  MARKET CAFE'
  ITALIANITA'
  DETTO & FATTO
  BACKSTAGE
  PARTERRE
  ATTUALITA'
  AGROITINERARI
  BOTTA E RISPOSTA
  CURIOSITA'
  TENDENZE
  TECH NEWS
  INTERNET NEWS
  CICLISMO
  RADIO E TV
  CINEMA
  TEATRO
  MUSICA
  LIBRI
  MOSTRE
  ANNIVERSARI
  L'ANGOLO ASTROLOGICO
 Il Meteo
 Wikipedia

Scrivi alla Redazione: info@agrifornews.it
A cura di:
PRETI MANGIMI S.r.l.
Via Smerrieri, 2/4/6 - REVERE (Mantova) - Tel. 0386 46469 - Fax. 0386 846034 / 0386 847156
P.Iva 00229820204
URL: www.pretimangimi.it - Email: info@pretimangimi.it

Informazioni Privacy - Informativa Cookies