LOGIN
Welcome Guest
 
Nick:
Password:
 
Se non hai ancora un account, Registrati ora !!!

»Informativa Privacy
 Messaggi Grido
APPUNTAMENTI
Fiere, Rassegne, Convegni di settore...
mese precedente Jun 2018 mese successivo
D L M M G V S
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
             
Newsletter e Magazine

 QUOTIDIANI
 SERVIZI
  AGRICONSIGLI
  AGRICOLTURA BIOLOGICA
  AGRICOLTURA BIODINAMICA
  ALIMENTAZIONE E SALUTE
  AMBIENTE E TERRITORIO
  QUALITA E SICUREZZA
  RASSEGNA STAMPA
  ENERGIA E AMBIENTE
  IMMOBILIARE
 LINK UTILI
 Link Utili
 Sondaggio
Qual'è la città più bella d'Italia a Natale?
 
Firenze
Venezia
Roma
Napoli
Torino
Mantova
Bologna
Milano
Verona
Ferrara
Palermo
Bolzano
Perugia
Trento
Pisa
 

Voti sondaggio
 
Pretinews n. 7

LA NOSTRA COMMUNITY

Home

Sondaggio

Chat

Foto del Mese

Giochi

Webmail

Interviste Pazze

Intervista Doppia

Le Pagelle

Post it

Scrivi Grido

Pillole
 
  Vota Articolo Vota Articolo  elenco articoli Versione Stampabile Segnala ad un amico
 
MONETA E INFLAZIONE
Torna l'inflazione: pane e tariffe pubbliche

Nel corso del 2007 la dinamica dei prezzi ha mantenuto un profilo orientato alla moderazione, portandosi fino all'1.5% tendenziale ad aprile e maggio. Si tratta di valori storicamente molto bassi e che da 10 anni non si registravano. Ma ora l'inflazione rialza la testa. Stiamo con ogni probabilità alle soglie di una risalita al di sopra del 2%. I fattori trainanti di questo aumento sono da ricercarsi nelle rinnovate tensioni nel mercato alimentare, dove sulla scia dei rincari di pasta, pane, farine, latte, burro e formaggi, l'inflazione viaggia già oggi alle soglie del 3%, un dato che non si vedeva da un triennio. Gli aumenti sui mercati delle materie prime cerealicole si traducono in ritocchi anche nei prezzi al consumo, anche perché gli sconti e le campagne promozionali degli ultimi anni hanno eroso i margini delle imprese della distruzione commerciale e le possibilità di compensazione dei rincari che si originano a monte della filiera.

Vi è poi un'altra fonte di tensione: l'andamento delle tariffe pubbliche. A distanza di un triennio i rincari su base annua puntano verso l'1.5%. Di per sé l'entità dell'aumento non è allarmante: si tratta di una variazione inferiore alla media dei prezzi al consumo.

Ma a scendere sono solo i 'prezzi di listino' dei medicinali. Al netto di questi ultimi i prezzi amministrati mostrano rincari medi del 3%. Se poi si scende tra le tariffe locali si trovano aumenti anche a due cifre: è il caso della tariffa sui rifiuti solidi urbani con aumenti del 10%, del costo del servizio di acqua potabile, cresciuto in un anno del 6%; chiedere un certificato anagrafico costa oggi il 25% in più di dodici mesi or sono. Infine, il caso delle auto pubbliche, i taxi, che oggetto di un provvedimento di liberalizzazione nel luglio dello scorso anno hanno evidenziato da allora aumenti superiori al 4%.

A ciò si aggiunga che i ribassi dei medicinali non sono pagati dai consumatori, ma riferiti a rilevazioni di prezzi di listino, quelli con cui il SSN acquista dall'industria: negli ultimi tre anni il taglio exlege dei prezzi dei farmaci per ripianare la spesa farmaceutica ha 'regalato' oltre tre punti percentuali di minor crescita per l'insieme dei prezzi amministrati e quasi mezzo punto di inflazione al consumo in meno. Ovviamente si tratta di risparmi di costo che non si traducono in un effettivo recupero di potere d'acquisto per le famiglie e che ciò nondimeno contribuiscono a contenere le misure ufficiali di inflazione e ad ampliare il distacco tra percezioni e misure.

Infine le tariffe energetiche torneranno a dare un contributo positivo alla dinamica inflazionistica, incorporando la risalita delle quotazioni del petrolio nel corso del 2007. L'aumento dei prezzi del petrolio sarà in parte bilanciato dal rafforzamento dell'euro, ma non sarà sufficiente a compensare i maggiori costi da combustibili.

(fonte: repubblica.it)

 
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Autore: StaffBlog  (Admin)    Data: 26-10-2007   00:16:39
 
 


dedicato ai clienti

il Guizzo

clicca per accedere al sito della Galassia di Preti Mangimi

clicca per scaricare il file in formato pdf

clicca per visitare il sito BRB Volumax

al dialèt dì Crusèra



 MISCELLANEA
  PMI NEWS
  GLOBAL WATCH
  RIVISTE SPECIALIZZATE
  LO SPECIALE
  L'OSCAR
  AGRODOLCE
  SCHEGGE IMPAZZITE
  BUSSOLA DEL GUSTO
  MARKET CAFE'
  ITALIANITA'
  DETTO & FATTO
  BACKSTAGE
  PARTERRE
  ATTUALITA'
  AGROITINERARI
  BOTTA E RISPOSTA
  CURIOSITA'
  TENDENZE
  TECH NEWS
  INTERNET NEWS
  CICLISMO
  RADIO E TV
  CINEMA
  TEATRO
  MUSICA
  LIBRI
  MOSTRE
  ANNIVERSARI
  L'ANGOLO ASTROLOGICO
 Il Meteo
 Wikipedia

Scrivi alla Redazione: info@agrifornews.it
A cura di:
PRETI MANGIMI S.r.l.
Via Smerrieri, 2/4/6 - REVERE (Mantova) - Tel. 0386 46469 - Fax. 0386 846034 / 0386 847156
P.Iva 00229820204
URL: www.pretimangimi.it - Email: info@pretimangimi.it

Informazioni Privacy - Informativa Cookies