LOGIN
Welcome Guest
 
Nick:
Password:
 
Se non hai ancora un account, Registrati ora !!!

»Informativa Privacy
 Messaggi Grido
APPUNTAMENTI
Fiere, Rassegne, Convegni di settore...
mese precedente Nov 2018 mese successivo
D L M M G V S
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
Newsletter e Magazine

 QUOTIDIANI
 SERVIZI
  AGRICONSIGLI
  AGRICOLTURA BIOLOGICA
  AGRICOLTURA BIODINAMICA
  ALIMENTAZIONE E SALUTE
  AMBIENTE E TERRITORIO
  QUALITA E SICUREZZA
  RASSEGNA STAMPA
  ENERGIA E AMBIENTE
  IMMOBILIARE
 LINK UTILI
 Link Utili
 Sondaggio
Qual'è la città più bella d'Italia a Natale?
 
Firenze
Venezia
Roma
Napoli
Torino
Mantova
Bologna
Milano
Verona
Ferrara
Palermo
Bolzano
Perugia
Trento
Pisa
 

Voti sondaggio
 
Pretinews n. 7

LA NOSTRA COMMUNITY

Home

Sondaggio

Chat

Foto del Mese

Giochi

Webmail

Interviste Pazze

Intervista Doppia

Le Pagelle

Post it

Scrivi Grido

Pillole
 
  Vota Articolo Vota Articolo  elenco articoli Versione Stampabile Segnala ad un amico
 
DETTO & FATTO
La riscoperta della carne di pollo, primo trimestre 2007 statistiche dati gusti e consumi....

La riscoperta della carne di pollo
 

Gli ultimi dati Ismea-ACNielsen, relativi al primo semestre 2007, rilevano l'aumento record ( 33%) negli acquisti familiari della carne di pollo. Nel creare un nuovo rapporto di fiducia tra produttori e consumatori è stato determinante il sistema di tracciabilità che garantisce la produzione nazionale.

L'influenza aviaria? Un lontano ricordo. Gli italiani riscoprono la carne di pollo. Tanto è vero che, sulla base dei dati Ismea Ac Nielsen relativi ai consumi domestici nel primo semestre del 2007, vi è un aumento record del 33% negli acquisti familiari di carne di pollo, che torna sulle tavole degli italiani dopo che la psicosi dell'influenza aviaria ne aveva fatto crollare i consumi ai minimi storici.
Se fino a qualche mese fa la situazione era stagnante a causa degli effetti delle notizie provenienti dall'Estremo Oriente, adesso assistiamo ad un notevole incremento delle vendite. Per il pollame finisce l'incertezza e l'avvenire torna a diventare roseo.
I motivi di questa crescita? L'opinione pubblica ha compreso che la situazione italiana è totalmente differente da quella, ad esempio, asiatica: grazie al sistema di produzione il comparto del pollame è autosufficiente, visto che ha un grado di autoapproviggionamento abbastanza elevato. Inoltre le carni sono sicure e pienamente garantite dal punto di vista igienico - sanitario.
Sicuramente molto ha influito l'efficacia delle misure di trasparenza dell'informazione adottate con l'obbligo di indicare lo Stato membro di provenienza della carne, così come la data di importazione della carne e dei prodotti a base di pollo provenienti da altri Stati membri o Paesi terzi, sulla base dell'ordinanza del Ministero della Salute del 26 agosto 2005. Proprio grazie a questo sistema di tracciabilità è stato possibile, a fronte dell'emergenza legata all'influenza aviaria, ristabilire un corretto rapporto tra produttori e consumatori e reintrodurre un fondamentale clima di fiducia.
Ad aumentare insieme alla carne di pollo è anche - sostiene la Coldiretti - il valore degli acquisti del tacchino ( 6,1 per cento) e delle uova ( 8,6 per cento). Si tratta di una evidente dimostrazione che occorre proseguire, senza attendere le emergenze, il percorso già iniziato a livello europeo dove sono state adottate le norme per l'etichettatura di origine della carne bovina a partire dal primo gennaio 2002 dopo l'emergenza mucca pazza, per l'indicazione della varietà, qualità e provenienza dell'ortofrutta fresca, il codice di identificazione delle uova a partire dal primo gennaio 2004 e il Paese di origine in cui è stato raccolto il miele dal primo agosto 2004.
E per spiegare la crescita dei consumi bisogna ricordare anche il ruolo giocato dalla campagna del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, Il Pollo col bollo che ha contribuito senz'altro a riavvicinare gli italiani alle carni avicole di casa nostra, puntando sulla valorizzazione delle loro qualità di tipo nutrizionali ed economico. Va fatto notare, inoltre, che vi sono delle caratteristiche proprie di queste carni, versatilità e gusto, che spingono gli italiani a comprarle. Sembrerebbe, infatti, che il pollo permetta di variare il menu, dando vita a ricette originali e a pietanze esotiche. E ci sono coloro che sottolineano i benefici nutrizionali di questo alimento, giudicandolo ideale per le persone che vogliono stare in forma: l'alto apporto di proteine nobili, il basso contenuto di grassi costituisce la più importante qualità delle carni bianche rispetto a quelle rosse. Ma anche l'aspetto economico vuole la sua parte: pollo, tacchino e faraona sono le più convenienti, superando a volte la carne di maiale e quella bovina.
Dunque gli italiani promuovono alla grande pollo e tacchino.

 
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Autore: StaffBlog  (Admin)    Data: 03-10-2007   18:03:19
 
 


dedicato ai clienti

il Guizzo

clicca per accedere al sito della Galassia di Preti Mangimi

clicca per scaricare il file in formato pdf

clicca per visitare il sito BRB Volumax

al dialèt dì Crusèra



 MISCELLANEA
  PMI NEWS
  GLOBAL WATCH
  RIVISTE SPECIALIZZATE
  LO SPECIALE
  L'OSCAR
  AGRODOLCE
  SCHEGGE IMPAZZITE
  BUSSOLA DEL GUSTO
  MARKET CAFE'
  ITALIANITA'
  DETTO & FATTO
  BACKSTAGE
  PARTERRE
  ATTUALITA'
  AGROITINERARI
  BOTTA E RISPOSTA
  CURIOSITA'
  TENDENZE
  TECH NEWS
  INTERNET NEWS
  CICLISMO
  RADIO E TV
  CINEMA
  TEATRO
  MUSICA
  LIBRI
  MOSTRE
  ANNIVERSARI
  L'ANGOLO ASTROLOGICO
 Il Meteo
 Wikipedia

Scrivi alla Redazione: info@agrifornews.it
A cura di:
PRETI MANGIMI S.r.l.
Via Smerrieri, 2/4/6 - REVERE (Mantova) - Tel. 0386 46469 - Fax. 0386 846034 / 0386 847156
P.Iva 00229820204
URL: www.pretimangimi.it - Email: info@pretimangimi.it

Informazioni Privacy - Informativa Cookies