LOGIN
Welcome Guest
 
Nick:
Password:
 
Se non hai ancora un account, Registrati ora !!!

»Informativa Privacy
 Messaggi Grido
APPUNTAMENTI
Fiere, Rassegne, Convegni di settore...
mese precedente Oct 2018 mese successivo
D L M M G V S
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
Newsletter e Magazine

 QUOTIDIANI
 SERVIZI
  AGRICONSIGLI
  AGRICOLTURA BIOLOGICA
  AGRICOLTURA BIODINAMICA
  ALIMENTAZIONE E SALUTE
  AMBIENTE E TERRITORIO
  QUALITA E SICUREZZA
  RASSEGNA STAMPA
  ENERGIA E AMBIENTE
  IMMOBILIARE
 LINK UTILI
 Link Utili
 Sondaggio
Qual'è la città più bella d'Italia a Natale?
 
Firenze
Venezia
Roma
Napoli
Torino
Mantova
Bologna
Milano
Verona
Ferrara
Palermo
Bolzano
Perugia
Trento
Pisa
 

Voti sondaggio
 
Pretinews n. 7

LA NOSTRA COMMUNITY

Home

Sondaggio

Chat

Foto del Mese

Giochi

Webmail

Interviste Pazze

Intervista Doppia

Le Pagelle

Post it

Scrivi Grido

Pillole
 
  Vota Articolo Vota Articolo  elenco articoli Versione Stampabile Segnala ad un amico
 
AGRICONSIGLI
Vino, al via la normativa sui trucioli. Produttori in rivolta

Vino, pezzi di legno che fanno la differenza
 

Pubblicato sulla Gazzetta ufficiale della Ue il regolamento Ce 1507/2006 che fissa le modalità di impiego dei trucioli di legno. Quali sono le prescrizioni per l'utilizzo e quali invece le diciture per i vini invecchiati nei contenitori in legno di quercia. I commenti del ministro De Castro e di alcune organizzazioni di categoria.

le tradizionali botti in legno
le tradizionali botti in legno

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea il Regolamento Ce 1507/2006 della Commissione dell'11 ottobre . Tale normativa modifica tre regolamenti comunitari: il fondamentale 1622/2000, l'884/2001 e il 753/2002 tutti relativi alle modalità d'applicazione della normativa chiave sull'organizzazione comune del mercato vitivinicolo, il 1493/1999 del Consiglio.
Il nuovo regolamento comunitario 1507/2006 dettaglia le modalità di impiego dei pezzi di legno di quercia nell'elaborazione dei vini e la designazione e presentazione dei vini così trattati. Arriva così al capolinea l'iter legislativo di una normativa, avversata da molti produttori italiani e con qualche distinguo dagli stessi produttori francesi, a cui era stato già dato il via libera nel corso del Comitato di gestione del vino lo scorso 26 settembre.
Il regolamento in questione, dopo il giro di tavolo nel Comitato di gestione dello scorso maggio era stato già 'notificato' all'Organizzazione mondiale del commercio a Ginevra, nel quadro dell'accordo sugli ostacoli tecnici al commercio, ottenendo parere favorevole.
Tutto dunque perfettamente in linea con le nuove regole del commercio internazionale. I produttori europei potranno ora utilizzare i trucioli di legno, o'chips' come li si voglia chiamare, così come, con grandi vantaggi commerciali, stanno già facendo i grandi produttori del Nuovo Mondo (Australia, Nuova Zelanda, Cile ecc.).
Cosa dice il regolamento comunitario? In particolare l'allegato 1 spiega le prescrizioni per l'utilizzazione dei pezzi di legno di quercia. Dice per esempio che i pezzi di legno debbono provenire esclusivamente dalle specie di Quercus, che sono lasciati allo stato naturale oppure riscaldati in modo definito leggero, medio o forte, ma non devono aver subito combustione neanche in superficie e non devono essere carbonacei né friabili al tatto. Non devono aver subito trattamenti chimici, enzimatici o fisici diversi dal riscaldamento e non devono essere addizionati con prodotti aromatizzanti.
Riguardo all'etichettatura essa deve indicare l'origine della specie botanica di quercia e l'intensità dell'eventuale riscaldamento, le condizioni di conservazione e le prescrizioni di sicurezza. Il regolamento dettaglia anche la dimensione delle particelle di legno (tali che almeno il 95% in peso sia trattenuto da un setaccio con maglie da 2mm) e la purezza. Soltanto rispettando queste condizioni si può dunque far uso dei trucioli di legno.
Per la designazione di un vino fermentato, maturato o invecchiato in un contenitore in legno di quercia il regolamento indica le sole diciture che possono essere utilizzate : 'fermentato in barrique', 'fermentato in botte di quercia' 'fermentato in botte'. Le stesse 3 definizioni si applicano anche per la dicitura 'maturato' e 'invecchiato'.
Commentando il regolamento comunitario il ministro Paolo De Castro ha sottolineato, tra l'altro che nella stesura della normativa era stata accolta la richiesta italiana che 'vieta l'indicazione in etichetta di vino in barrique se sono stati utilizzate i trucioli' rimarcando che tale misura 'va nella direzione della trasparenza per i consumatori'. Il ministro ha poi precisato che 'l'uso dei trucioli è limitato ai soli vini da tavola mentre è vietato usare trucioli per i vini a denominazione d'origine, Doc, Docg e Vqprd'.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Autore: Gino  (Admin)    Data: 13-10-2006   06:48:16
 
 


dedicato ai clienti

il Guizzo

clicca per accedere al sito della Galassia di Preti Mangimi

clicca per scaricare il file in formato pdf

clicca per visitare il sito BRB Volumax

al dialèt dì Crusèra



 MISCELLANEA
  PMI NEWS
  GLOBAL WATCH
  RIVISTE SPECIALIZZATE
  LO SPECIALE
  L'OSCAR
  AGRODOLCE
  SCHEGGE IMPAZZITE
  BUSSOLA DEL GUSTO
  MARKET CAFE'
  ITALIANITA'
  DETTO & FATTO
  BACKSTAGE
  PARTERRE
  ATTUALITA'
  AGROITINERARI
  BOTTA E RISPOSTA
  CURIOSITA'
  TENDENZE
  TECH NEWS
  INTERNET NEWS
  CICLISMO
  RADIO E TV
  CINEMA
  TEATRO
  MUSICA
  LIBRI
  MOSTRE
  ANNIVERSARI
  L'ANGOLO ASTROLOGICO
 Il Meteo
 Wikipedia

Scrivi alla Redazione: info@agrifornews.it
A cura di:
PRETI MANGIMI S.r.l.
Via Smerrieri, 2/4/6 - REVERE (Mantova) - Tel. 0386 46469 - Fax. 0386 846034 / 0386 847156
P.Iva 00229820204
URL: www.pretimangimi.it - Email: info@pretimangimi.it

Informazioni Privacy - Informativa Cookies