LOGIN
Welcome Guest
 
Nick:
Password:
 
Se non hai ancora un account, Registrati ora !!!

»Informativa Privacy
 Messaggi Grido
APPUNTAMENTI
Fiere, Rassegne, Convegni di settore...
mese precedente Oct 2018 mese successivo
D L M M G V S
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
Newsletter e Magazine

 QUOTIDIANI
 SERVIZI
  AGRICONSIGLI
  AGRICOLTURA BIOLOGICA
  AGRICOLTURA BIODINAMICA
  ALIMENTAZIONE E SALUTE
  AMBIENTE E TERRITORIO
  QUALITA E SICUREZZA
  RASSEGNA STAMPA
  ENERGIA E AMBIENTE
  IMMOBILIARE
 LINK UTILI
 Link Utili
 Sondaggio
Qual'è la città più bella d'Italia a Natale?
 
Firenze
Venezia
Roma
Napoli
Torino
Mantova
Bologna
Milano
Verona
Ferrara
Palermo
Bolzano
Perugia
Trento
Pisa
 

Voti sondaggio
 
Pretinews n. 7

LA NOSTRA COMMUNITY

Home

Sondaggio

Chat

Foto del Mese

Giochi

Webmail

Interviste Pazze

Intervista Doppia

Le Pagelle

Post it

Scrivi Grido

Pillole
 
  Vota Articolo Vota Articolo  elenco articoli Versione Stampabile Segnala ad un amico
 
AGRICOLTURA BIOLOGICA
Sinab, più bio nel 2006, Sono stati pubblicati i dati ufficiali del Mipaaf sulla produzione agricola biologica.

Sinab, più bio nel 2006

Sono stati pubblicati i dati ufficiali del Mipaaf sulla produzione agricola biologica. Interessante la crescita del settore sia per quanto concerne il numero degli operatori (2,4%) sia per superficie interessata (7,5%).

mele biologiche
mele biologiche

Anche quest'anno il Sinab è riuscito a pubblicare prima della pausa estiva i dati ufficiali del Mipaaf sulla produzione agricola biologica: si tratta dei dati sul numero di operatori e sulle superfici rilevate dagli Organismi di controllo al 31 dicembre 2006. Sono dati ancora provvisori ma molto vicini a quelli che risulteranno alla conclusione del lavoro di analisi, che il Sinab sta svolgendo, previsto per l'inizio di settembre.
Sono dati ampiamente confortanti che presentano un'interessante crescita del settore e non smentiscono lo slancio dello scorso anno.
A seguito di valori così positivi come quelli del 2005 (cfr. il seguente indirizzo ), ci si poteva anche aspettare per il 2006 una contrazione 'fisiologica', che avrebbe comunque testimoniato un quadro positivo. Tuttavia non è stato così: si può evidenziare un incremento sia per l'estensione delle superfici (7,53%) sia per il numero degli operatori (2,36%). Vale la pena ricordare la modalità di raccolta e poi di sintesi di questi dati: l'obbligo di certificazione per le aziende biologiche consente di avere un censimento esatto di che cosa si produce, che cosa si trasforma, dove, da chi e in quali quantità. Tali indicazioni sono fornite al Ministero dagli Organismi preposti al controllo ed alla certificazione, ciascuno per quanto attiene i propri associati.
Per la collazione di tutte le informazioni, il Mipaaf, come Autorità competente per l'Italia, utilizza degli appositi form predisposti da EuroStat, uguali per tutti gli Stati membri della Comunità Europea. Si tratta quindi di armonizzare i vari form compilati dai diversi Organismi e di produrre una sintesi complessiva a livello nazionale. Tali form purtroppo lasciano scoperte alcune esigenze conoscitive, prima fra tutte l'estensione della Sau bio disaggregata per regione. Si sta tentando di ovviare a queste lacune con nuovi sistemi di rilevazione che, per quest'anno, sono stati solamente sperimentali e che, dall'anno prossimo, dovrebbero entrare a regime.
Al di là di queste considerazioni di carattere formale, le prime osservazioni da fare, sui dati più degni di nota, sono poi le stesse, puntuali e condivisibili, diffuse dai presidenti di FederBio e Aiab (Associazione italiana agricoltura biologica), rispettivamente Paolo Carnemolla e Andrea Ferrante. Sul forte incremento di una regione come la Calabria (che si stima del 63%) il presidente di FederBio ha scritto che 'il Sud si conferma il bacino territoriale d'elezione per l'agricoltura biologica italiana e l'esempio della Calabria dimostra quali effetti può avere una politica agroambientale che punti decisamente al biologico'. Il presidente dell'Aiab ha posto l'accento invece sull'importanza del forte incremento della superficie orticola (stimato al 154%), dato particolarmente indicativo di un reale benessere del settore, perché relativo ad un orientamento produttivo più slegato dai contributi e fortemente condizionato invece dalla richiesta del mercato.

 
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Autore: Gino  (Admin)    Data: 08-08-2007   20:45:03
 
 


dedicato ai clienti

il Guizzo

clicca per accedere al sito della Galassia di Preti Mangimi

clicca per scaricare il file in formato pdf

clicca per visitare il sito BRB Volumax

al dialèt dì Crusèra



 MISCELLANEA
  PMI NEWS
  GLOBAL WATCH
  RIVISTE SPECIALIZZATE
  LO SPECIALE
  L'OSCAR
  AGRODOLCE
  SCHEGGE IMPAZZITE
  BUSSOLA DEL GUSTO
  MARKET CAFE'
  ITALIANITA'
  DETTO & FATTO
  BACKSTAGE
  PARTERRE
  ATTUALITA'
  AGROITINERARI
  BOTTA E RISPOSTA
  CURIOSITA'
  TENDENZE
  TECH NEWS
  INTERNET NEWS
  CICLISMO
  RADIO E TV
  CINEMA
  TEATRO
  MUSICA
  LIBRI
  MOSTRE
  ANNIVERSARI
  L'ANGOLO ASTROLOGICO
 Il Meteo
 Wikipedia

Scrivi alla Redazione: info@agrifornews.it
A cura di:
PRETI MANGIMI S.r.l.
Via Smerrieri, 2/4/6 - REVERE (Mantova) - Tel. 0386 46469 - Fax. 0386 846034 / 0386 847156
P.Iva 00229820204
URL: www.pretimangimi.it - Email: info@pretimangimi.it

Informazioni Privacy - Informativa Cookies