LOGIN
Welcome Guest
 
Nick:
Password:
 
Se non hai ancora un account, Registrati ora !!!

»Informativa Privacy
 Messaggi Grido
APPUNTAMENTI
Fiere, Rassegne, Convegni di settore...
mese precedente Oct 2018 mese successivo
D L M M G V S
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
Newsletter e Magazine

 QUOTIDIANI
 SERVIZI
  AGRICONSIGLI
  AGRICOLTURA BIOLOGICA
  AGRICOLTURA BIODINAMICA
  ALIMENTAZIONE E SALUTE
  AMBIENTE E TERRITORIO
  QUALITA E SICUREZZA
  RASSEGNA STAMPA
  ENERGIA E AMBIENTE
  IMMOBILIARE
 LINK UTILI
 Link Utili
 Sondaggio
Qual'è la città più bella d'Italia a Natale?
 
Firenze
Venezia
Roma
Napoli
Torino
Mantova
Bologna
Milano
Verona
Ferrara
Palermo
Bolzano
Perugia
Trento
Pisa
 

Voti sondaggio
 
Pretinews n. 7

LA NOSTRA COMMUNITY

Home

Sondaggio

Chat

Foto del Mese

Giochi

Webmail

Interviste Pazze

Intervista Doppia

Le Pagelle

Post it

Scrivi Grido

Pillole
 
  Vota Articolo Vota Articolo  elenco articoli Versione Stampabile Segnala ad un amico
 
ATTUALITA'
Slow Food Emilia-Romagna contro la proposta di Igp per la piadina romagnola

Slow Food Emilia-Romagna contro la proposta di Igp per la piadina romagnola

Il coordinamento regionale dell´associazione Slow Food ha deciso d´inviare una nota alla Comunità Europea per opporsi all´ipotesi di disciplinare relativo all´ottenimento del marchio europeo igp per la piadina romagnola, perché non contiene nessun riferimento a quotidianità della produzione, tecniche manuali e legame con il territorio. Caratteristiche che hanno fatto della piadina il prodotto principe della gastronomia romagnola. Questa posizione è condivisa da tutta l´associazione Slow Food a livello nazionale.

La proposta del disciplinare per l´ottenimento del marchio si è concentrata, di fatto, solamente sulla differenziazione tra piadina romagnola riminese e piadina delle terre di Romagna, definendo per la prima un diametro da 23 a 30 centimetri e uno spessore da 1 a 3 millimetri. Per la seconda invece il diametro va da 15 a 20 centimetri e lo spessore da 4 a 10 millimetri. La proposta dice poi che i due tipi di piadina potranno essere prodotti in tutto il territorio delle province di Rimini, Ravenna, Forlì-Cesena e nei comuni della provincia di Bologna a sud del fiume Sillaro.

Il marchio igp concepito in questo modo tutela la triste piadina dei sacchetti di plastica, a lunga conservazione, prodotta industrialmente, presente sugli scaffali dei supermercati. In questo modo il marchio induce il consumatore ad acquistare 'una vera tipicità' che in realtà tale non è.

La piadina industriale, fabbricata con macchine nelle quali si mette la farina da una parte ed esce il prodotto finito dall´altra può esistere sul mercato, ma la si deve chiamare con un altro nome, che non inganni il consumatore.

La vera piadina romagnola invece ha tutta un´altra storia, quella dei chioschi e delle piadaiole dove ogni giorno si può comprare la piadina appena fatta. Luoghi in cui toccare con mano la cura nella scelta delle materie prime, le differenze da zona a zona, e soprattutto il 'saper fare' artigianale, patrimonio di diversità gustativa, non replicabile dai processi produttivi altamente meccanizzati dell´industria alimentare.

Se si vuole proteggere un prodotto con un marchio non si può tralasciare di prevedere nel disciplinare la salvaguardia di freschezza, tradizione artigianale e legame con il territorio.

Per questi motivi Slow Food Emilia-Romagna ritiene di dover far sentire il proprio dissenso presso la Comunità Europea. (Fonte: Slow Food)

http://www.dpiadina.com/

 
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Autore: StaffBlog  (Admin)    Data: 27-07-2007   10:48:24
 
 


dedicato ai clienti

il Guizzo

clicca per accedere al sito della Galassia di Preti Mangimi

clicca per scaricare il file in formato pdf

clicca per visitare il sito BRB Volumax

al dialèt dì Crusèra



 MISCELLANEA
  PMI NEWS
  GLOBAL WATCH
  RIVISTE SPECIALIZZATE
  LO SPECIALE
  L'OSCAR
  AGRODOLCE
  SCHEGGE IMPAZZITE
  BUSSOLA DEL GUSTO
  MARKET CAFE'
  ITALIANITA'
  DETTO & FATTO
  BACKSTAGE
  PARTERRE
  ATTUALITA'
  AGROITINERARI
  BOTTA E RISPOSTA
  CURIOSITA'
  TENDENZE
  TECH NEWS
  INTERNET NEWS
  CICLISMO
  RADIO E TV
  CINEMA
  TEATRO
  MUSICA
  LIBRI
  MOSTRE
  ANNIVERSARI
  L'ANGOLO ASTROLOGICO
 Il Meteo
 Wikipedia

Scrivi alla Redazione: info@agrifornews.it
A cura di:
PRETI MANGIMI S.r.l.
Via Smerrieri, 2/4/6 - REVERE (Mantova) - Tel. 0386 46469 - Fax. 0386 846034 / 0386 847156
P.Iva 00229820204
URL: www.pretimangimi.it - Email: info@pretimangimi.it

Informazioni Privacy - Informativa Cookies